Spiritualita metropolitana

Spiritualità Metropolitana

Quello della Spiritualità Metropolitana è un progetto creato dall’amico Maurizio Fiammetta, spiritual coach e autore della prefazione del mio libro, che desidera mettere il focus sull’azione consapevole a livello spirituale nella quotidianità, al quale ho il piacere di collaborare. Come diceva il Mahatma Gandhi, dobbiamo essere il cambiamento che vogliamo vedere nel mondo, e così il progetto per la diffusione della Spiritualità Metropolitana punta a riportare alla consapevolezza dell’aspetto spirituale nella vita d’ogni giorno, dove ogni attimo, ogni nostro gesto, ogni nostro pensiero possono essere manifestazione dello spirito nella dimensione materiale.

La Spiritualità Metropolitana è quella che noi uomini, e donne, nella modernità possiamo vivere oggi, agendo consapevolmente, abbandonandoci nel contempo alla divinità.

Ecco a voi il decalogo della Spiritualità Metropolitana postata da Maurizio nel suo sito:

1) – Applicare la sospensione del giudizio (Epochè)

Così come tutta la Comunicazione TransFormAzionale a cui la Spiritualità Metropolitana fa riferimento,  ogni partecipante si impegna a ricercare ciò che unisce anziché ciò che divide. Essa infatti pur avendo una radice cristiana, si propone a qualsiasi cammino religioso o spirituale senza confini nel pieno rispetto delle esperienze, dei valori e delle convinzioni altrui, essendo questi elementi fondamentali per lo sviluppo dell’Essere nella Pace, nella Gioia e nell’Amore. Una regola e p

rincipio di vita a cui si fa riferimento e che “se non si ha nulla di positivo da dire è meglio tacere“.

 2) – Piantare un “seme” di Entusiasmo ogni giorno nel proprio mondo

Un detto popolare dice che “l’inferno è lastricato di pie intenzioni“. Il nostro futuro è determinato dalle azioni che realizziamo adesso; dei ricercatori addirittura quantificano ciò che facciamo in cicli di tre secondi, lo spazio di un respiro. Per sviluppare dunque una vita nell’En Theos (Entusiasmo) è buona cosa realizzare almeno una volta al giorno un’azione concreta delle conoscenze della Comunicazione TransFormAzionale nelle proprie attività e nelle relazioni con gli altri. Così giorno dopo giorno, diventeremo sempre più Felici, in Pace con noi stessi e con gli altri, oltre che vivere nella prosperità interna ed esterna.

 3) – Esercitare il potere di scelta del proprio Atteggiamento nel far le cose

Così come nessuno può renderci infelici senza il nostro consenso“, così possiamo scegliere se fare le cose con indifferenza o con passione. Prima di iniziare un’azione che creerà il nostro futuro, portare l’Attenzione allo Status che si vive in quanto questo fa la differenza essendo nella natura del “seme” che pianteremo ciò che diventerà il Giardino dove vivremo. Tra i più potenti Semi della Spiritualità metropolitana vi è la BeneDizione che da vita all’Albero della Felicità con i suoi Rami della Gratitudine, della Lode, della Riconoscenza, che danno vita ai frutti della Prosperità e dell’Abbondanza in ogni ambito.

 4) – Godersi il Viaggio della vita giocando il Grande Gioco

Giorno dopo giorno, ora dopo ora, minuto dopo minuto pensiamo, incontriamo persone, facciamo delle scelte, prendiamo decisioni e questo anche quando diciamo di non prenderne. Tra le pieghe dell’esistenza vi sono le risposte alle domande, alle nostre preghiere, vi sono le risorse invocate e desiderate. Fermarsi e scoprirle, cioè portarle alla Luce, è l’esperienza dell’illuminato che è in noi che partecipa all’esperienza del Viaggio. Essere Svegli è dunque possibile giocando il Grande Gioco con Dio che ci da le tracce di pista lasciando a noi la Responsabilità di seguirle,svilupparle e applicarle.

 5) – Produrre più Energia tramite il sano divertimento

Se non diventerete come bambini non entrerete nel regno dei cieli“. Scegliere il proprio Atteggiamento e godersi il Viaggio giocando il Grande Gioco, si applica sviluppando un sano divertimento, come quello che viviamo quando lasciamo cadere le maschere e ci permettiamo di essere quelli che siamo nella semplicità, nell’essenzialità, vivendo il momento presente. Così facendo produciamo più Energia sia nel corpo che nello spirito e l’Energia spezza le Catene dell’Uomo vecchio.

 

 6) – Essere Presente instaurando rapporti profondi con il prossimo

L’essere Presente, vivere il Qui ed Ora, è alla base del vivere felici e con più entusiasmo. E come possiamo farlo? Portando l’Attenzione a quello che stiamo facendo adesso, godendo i suoi molteplici aspetti, osservando le diverse prospettive in una modalità multisensoriale dove vista, udito, olfatto, tatto e gusto partecipano attivamente. Tutto questo ancor meglio e di più se stiamo interagendo con una o più persone. In quel momento possiamo fare la differenza nella nostra ed altrui esistenza e questo è straordinario. Ciò avviene se ascolteremo più che sentire, risponderemo alle domande, più che affermare il nostro pensiero, comprendendo l’altro, cioè prendendolo con noi ed aiutandolo a realizzare quello che sta cercando.

 7) – Realizzare gesti d’Amore e Compassione senza ragione

La nostra Banca è nel Cielo! Ogni gesto, ogni azione, ogni iniziativa va ad incrementare il nostro personale Conto che viene gestito dalla Banca del Cielo che elargisce i migliori tassi di interesse esistenti, centuplicando il capitale investito. Quindi, nel far le cose, l’unico nostro interesse è quello di fare le cose sul piano terreno senza che ci focalizziamo sul tornaconto umano e materiale, ma confidando che il meglio, la prosperità, il benessere ci verranno dati per vie che noi non comprendiamo, ma che possiamo costatare… se ci fidiamo del Direttore della Banca celeste.

 8) – Non prendersi troppo sul serio

Nessuno ci ha chiamati ad essere i salvatori del mondo, così come nessuno ci ha chiesto di essere “salvato” da noi. Riconoscere che siamo tutti in cammino sul sentiero della ricerca e conoscenza dell’Amore, anche se feriti nei sentimenti, da ricordi spiacevoli, da alcune esperienze specifiche, ma sempre riflesso dell’Amore in quanto emanazione a immagine e somiglianza di Dio.
Rilassarsi e lasciare a Dio di espletare il suo “mestiere” ci apre le porte a nuovi e meravigliosi Orizzonti. Quello che ci compete è fare semplicemente del proprio meglio negli ambiti della nostra esistenza e così la Vita manifesterà in noi i suoi Doni e le sue infinite Risorse.

 9) – A rispettare il Creato e le Creature

Una carta non raccolta equivale ad una carta buttata“. Prendere consapevolezza che siamo interconnessi con ogni essere vivente, con l’Universo, con il nostro Pianeta, con la Natura, ci pone un profondo rispetto nell’utilizzo delle risorse naturali: Acqua, Terra, Aria, Energia.  Fare del proprio meglio nella tutela dell’ambiente equivale a migliorare se stessi. Avere presente questo rapporto significa scoprire chi siamo veramente in quanto tutto vive se noi viviamo e noi viviamo se tutto continua a vivere.

 

10) – A diffondere questi principi

C’è più Gioia nel dare che nel ricevere“, come anche: “E’ dando che si riceve!” L’impegno e l’attività principale di chi aderisce a questa Alleanza, è quello di raggiungere quante più persone possibili di ogni nazione, di ogni cultura, di ogni ceto sociale, di ogni cammino spirituale e religioso, che vogliono condividere, che vogliono impegnarsi nell’affermare e sviluppare i valori della Pace, dell’Amore, della Gioia, essendo manifestazioni di Dio. E’ una Voce che si alza e vuole ricordare a questa ed alle future generazioni che l’Amore vince sempre.